Aspetti Tecnici

La Ferrovia Genova Casella, lunga 25 km, si snoda su un percorso caratterizzato da forti pendenze e strette curve fra crinali appenninici, dirupi e trincee come se fosse una ferrovia di alta montagna, tuttavia mantenendosi nei primi 6 km in vista dal mare.

La linea, elettrificata sin dall’origine in corrente continua a 2.400 V (recentemente elevata a 3.000 V), osserva un tracciato molto ardito, con curve dal raggio minimo di 60 m e pendenza massima del 45 per mille in aderenza naturale (senza cremagliera), spesso a mezza costa fra le montagne che dividono le valli solcate dai torrenti Bisagno, Polcevera e Scrivia, spesso aiutandosi con numerosi viadotti e brevi gallerie.

Partendo dalla quota di 93 metri s.l.m. di Genova Manin passa ai 364 di Trensasco in soli 9 km, per giungere ai 410 metri del capolinea dopo aver valicato lo spartiacque a Crocetta d’Orero, a 458 metri sopra il livello del mare.